WELCOME – Elisa “Ar@cne”, Siviglia

 

Ciao Elisa,
sappiamo da fonti certe che sei una ragazza brillante ed
intraprendente, come sei finita a scrivere su Emigration for Dummies?
Non provi un po’ di vergogna? Questi sono i bassifondi della rete.

Mo shalve. Ma no, c’è tantagentedivertente :)
Sincera? E’ questione di autostima. A 12 anni tenevo un diario, ma
succedeva tipo Amélie con la macchina fotografica produttrice di
incidenti, nel mio delirio puberale ero convinta che i tristi presagi
che mettevo su carta poi si avverassero. Ora ci riprovo, almeno la
responsabilità sarà collettiva.

Da dove vieni? Dove vai? Qual’è la tua Missione?

Da Marte. Ho la Cadillac rosa parcheggiata lì dietro [cit.]. Sto qui
un anno e per il prossimo non so in che parte d’Europa mi sbatteranno.
In realtà, ribadisco, mi trovo a fare la specialistica ma vorrei solo
imparare a fare il vino. E conquistare il mondo®

Perché Siviglia e non, che so, Buones Aires?

Piano piano arrivo anche lì, ho una certa passione per le varie
declinazioni di quel fantastico mondo che è la Terronia, e qui se la
giocano bene. In realtà dipende dalla dubbia coerenza della mia
carriera universitaria. Una breve permanenza in statistica e una
laurea in scienze politiche ti fanno venire voglia di fare
urbanistica, solo che in Italia un mi ci vogliono :( Qui le segreterie
accettano il mio genio incompreso. E soprattutto la ddrhoga costa
poco.

Hai visto L’Appartamento Spagnolo? La vita in Spagna funziona
veramente così? Meglio?

Mi è toccato prima di partire. Prima di tutto non sono un francese
sfigato, e poi quella è la Barcellona Erasmusiana. Tutt’altra cosa qui
schevaleh, son tutti mezzi arabi, baffuti e hanno eliminato la S
dall’alfabeto. Degli orologi per le strade del centro non ne va mezzo,
e dopo le feste in barca sul fiume trovi sempre dove ammazzare il
tasso alcolico con quel fantastico concentrato grassi idrogenati che è
il churro. Una cosa del genere.

Due parole su come faresti virare questo sito. Lo so che hai grandi
idee, rendici partecipi.

Me ne vengono in mente due
A) Fare concorrenza a zingarate.it e couchsurfing insieme mettendo su
un agenzia di consulenza viaggi – si può fare, senza licenza eh, non
emettiamo i biglietti/prenotazioni ma diamo i link e le dritte per il
viaggio perfetto e più economico, a seconda dei giorni di permanenza.
Naturalmente gratis per i  confratelli della Sardus Maphia. E
diventiamo ricchi e belli.
B) Vi porto dritti al record negativo di visite, ghe pense mi. Molto
più semplice. Ed è un gran primato.

Parlaci un po’ degli altri collaboratori, li conosci? Sapevi che c’è
un collaboratore latitante che non ha ancora scritto il suo primo
post? È un tuo concittadino, si fa chiamare Korkoi, hai un messaggio
per lui?

La senorita Babel ha spesso a che fare col mio amico invisibile Max
Renn, e l’Ananassa credo sia sorella di un mio compagno delle
elementari. In Sardegna siamo tutti imparentati. In realtà, o Luigio,
noi due siamo fratelli. Ricordi dov’eri nel lontano inverno del ’52?
E Korkoi, beh, scassinavamo insieme i cancelli dei manicomi
abbandonati. Davvero.

Ok, sei pronta? Aspettiamo il tuo primo post. Ajò :)

Di brù. Lots of love*

 

PS: Ajò è un’esortazione, un imperativo che corrisponde all’italiano
“andiamo”, non un saluto.

 

Tag:, , , , , , , , , ,

About Nevermore

vedi New York e poi muori

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: