DÍA 184 – Frijoles a la cubana

Oggi, la Cooperativa Artigiana Pentole e Coperchi vi propone la Ricetta della Settimana, i Frijoles a la Cubana. Ovvero, fagioli neri con riso.

Per una pura coincidenza astrale, non ci fu possibile comprare le cose che avremmo voluto comprare, in particolare buona parte delle cose che vedrete dovrebbero provenire dal Commercio Equo e Solidale e/o dall’Agricoltura Biologica, o meglio dal vostro orto o balcone di casa… chiediamo scusa ai Lettori e a Vandana Shiva per la disattenzione…

Ingredienti per 4 persone

Per il soffritto:

  • 1 peperone verde piccolo, oppure ½ peperone verde grande
  • ½ cipolla o quanta ve ne piace
  • 1/2 spicchi d’aglio (cioè uno o due, non ½)
  • 1 bicchiere di vino bianco
  • 1 cucchiaio di aceto bianco (non balsamico)
  • olio di oliva (extravergine è meglio, però mica sono vostra mamma)

Per i fagioli

  • 250 gr. di fagioli neri
  • spezie e sali minerali: sale, pepe, origano, cumino, alloro q.b. (per l’alloro 2-3 foglie è quanto basta)

Per i riso

  • 4 bicchieri (per 4 persone, quanto ne mettete di solito) di riso. Il Basmati secondo me ci sta proprio bene.

Svolgimento:

La sera prima, mettete i fagioli neri a bagno in abbondante acqua dentro una ciotolina in cucina.

La sera dopo la sera prima, o quando volete preparare questa ricetta, li scolate (gettate l’acqua dell’ammollo), li sciacquate, e li mettete a cuocere in pentola a pressione in acqua senza sale, per circa 45 minuti dopo il fischio.

Nel frattempo, potete fare una passeggiata, bervi un bicchiere di vino bianco se ne avete due, oppure tagliare e affettare nella forma che più vi piace cipolla, aglio, peperone, e farli soffriggere in una padella.

Quando sono passati i 45 minuti dal fischio di inizio, le squadre vanno negli spogliatoi per l’intervallo: voi aprite la pentola a pressione come sapete sicuramente fare (this tutorial is not for dummies!) senza farvi esplodere, e aggiungete sale, spezie e il vino bianco. Se ve ne avanza, potete berne un po’ anche voi.

Lasciate cuocere a fuoco medio, per un po’: quando è pronto il soffritto, o vi sembra il momento giusto, o vi chiamano al telefono o vi appare Gesù, versate anche il soffritto e l’aceto bianco nei fagioli, e continuate a cuocere finché non si ritirano un po’ (diciamo 15-20 minuti).

Nel frattempo fate due chiacchiere coi vostri amici, guardate le stelle nel cielo fuori, o iniziate a cuocere il riso: in un pentolino con acqua bollente, sale, un filo d’olio.

Quando tutto è pronto, mettete una mestolata di riso in un piatto, e copritela o affiancatela con una, due o 1e½ mestolata di fagioli. BUON APPETITO!

Una interessante variante alla ricetta è non far asciugare i fagioli ma usare l’acqua per cuocerci il riso (magari tirandolo nel soffritto). Insomma, largo alla fantasia.

E come bonus gradito, è tutto vegan!

p.s. se vi siete mai chiesti come faccio a tenere conto dei giorni, la risposta è

#!/usr/bin/python
from datetime import date
oct = date(2009,10,1)
print date.today() - oct

Tag:, , , , , , ,

One response to “DÍA 184 – Frijoles a la cubana”

  1. lafraaa says :

    e inspiegabilmente sono digeribili!!! Perfetti come pranzo al sacco, leggeri e soavi! :*

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: