BÖLÜM 14(bis)_ tante case,tanti tonni! (mi riciclo,riassumo e nuove farneticazioni)

Magari vi viene voglia di stare a Istanbul,

magari no,

magari volete solo affittare casa per un po’

vacanza

giro turistico

giro di passaggio

giro

tondo.

Io “avebbi” voluto cambiare casa

(n.b “avebbi” indica lo stato del mio itaGliano

dopo 5 mesi nel girone

dei poliglotti);

il sito migliore per trovare casa è Craiglist,

sezione Turchia

sottosezione Istanbul.

Dopo che avete trovato casa

magari dopo 5 mesi iniziate a notare

atteggiamenti sospetti del vostro corpo

non so:

soffrite della sindrome del palazzo malato (SBS)?

o  come dicono amorevolmente i turchi:

“avete il verme in culo”?

in-somma:

non sopportate più la vostra stanza

avete gli incubi come da bambini

dopo aver visto IT,

il vostro appartamento è extra lusso

ma si sono dimenticati di isolare il tetto

e i 15 cm di neve ora si fanno sentire?

Iniziate a cercare!

Semplici regole per iniziare a scartare case su Craiglist a Istanbul:

-tutto ciò sotto le 400 YTL (yeni turkey lira) / 200 euro sulla Istiklal

scantinato da condividere con roger rabbit mickey mouse geronimo stilton fievel;

– appena ristrutturato completamente arredato e farneticazioni varie tipo: 5006001000:

agenzia di mezzo= deposito di almeno 1000 euro

affitto=1000 euro/cad. o più

– camera in palazzo stile greco:

catapecchia con tetto che ti cade in testa;

– camera “VICINO”  taksim:

vicino=la stessa distanza  tra voi e il vicino di casa in Italia;

Sezione foto:

più le foto mostrano appartamenti extra lusso

più gli appartamenti sono ruderi

furboni!

usano le foto di Google!

non sono un genio delle truffe:

ma si dimenticano di togliere i copyright di agenzie che si trovano a Los Angeles!

OMG!

Come fare?

– segnate i numeri di telefono dei contatti che vi interessano

(se siete a Istanbul ovvio!)

o andate a scatola chiusa

sarete fortunati

(tze);

– cominciate a visitare i vostri nuovi potenziali e ipotetici coinquilini

noterete che:

dopo un mese di ricerca

la vostra rubrica telefonica pullulerà

di:

– pittori squattrinati

– fotografi squattrinati

-scrittori squattrinati

– musicisti squattrinati

-baristi maniaci della pulizia

– architetti maniaci del lavoro

– insegnanti di yoga mangia semi bevi acqua di fonte purissima da 10 lire al litro

– skin con l’armadio pieni di vestiti da donna e penthouse degli anni ’70

– NERD.

Alla fine della ricerca

non avrete trovato casa

in compenso vi verrà voglia di continuare a cercare

e solo per continuare ad aggiornare il vostro repertorio con:

– nuovi locali jazz

– nuovi locali reggae

– nuovi locali rock

– ambienti artistico-alternativi

– nuova musica (girate sempre con l’HD!)

– nuovi film (vd.sopra)

– nuovi libri da leggere

– nuove parole per il vostro vocabolario turco personale

(se lo avete prestatemelo,

il mio è scarso)

Attualmente

per la sezione meteorologica di Istanbul

la situazione è questa:

Taskim meydani. Dove avebbi voluto vivere.


Mentre la situazione a casa nostra è questa:

snowball fight in camera della francese. ITALIA 5- FRANCIA 4

Nevica dentro.

E i tooooonni??

I tonni in Turchia sono pesciati

non può essere altrimenti!

Ma anche le sardine

le orate

le spigole

e il salmone

sono profumatamente pesciati!

Non sono matta

e non ho nessun lapsus freudiano

in merito ai pesci.

Alla richiesta di pesce

in un qualsiasi ristorante

o al mercato

si deve accompagnare il genere del pesce con l’aggettivo balikli

il termine balik indica pesce

mentre balik+li

letteralmente in italiano sta a significare pesciato o pescioso.

Sarei curiosa di scoprire

il tonno vegetato!

ton balikli= tonno pesciato

hamsi balikli=sardine pesciate

e così via.

L’Anal-colico:

(preziosi consigli sugli alcolici in terra musulmana)

Chi dice che in Turchia non si beve?

Si beve, si beve

ma bisogna avere esperienza e con pazienza imparare a risparmiare

sui carissimi alcolici turchi.

Primo metodo:

– comprare alcolici made in Turkey

VODKA (Bazooka)

GIN (CIN CIN )

BIRRA (EFES)

Secondo metodo:

RAKI IS THE ANSWER!

iniziare ad amare il raki.

Non è colpo di fulmine ma dopo i primi 4 bicchieri

il vostro turco sarà migliore di quello di un pastore dell’anatolia.

Iniziate a diluire raki e acqua nella proporzione 30-60

e continuate ad aumentare la dose di alcool man mano che i bicchieri aumentano.

Non vi assicuro un risveglio piacevole.


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: