DÍA 26 – le mani nel grasso

La bici non va amata, va oliata

(Antico detto sardo)

Lunedì sono stato alla CicloCocina (la ciclofficina del Patio), con lo scopo di costruirmi una bici ed affrontare il traffico madrileño. Tra l’altro, ci sono un sacco di belle donzelle che vanno a ripararsi le bici (ah, no, questo non c’entra. già.)

Vi aggiorno sullo stato dell’arte. Ho preso un corpo di bici, forse una volta era una mountain bike. Aveva solo un pedale, quello con la ghiera, che però era di plastica, e quindi non ci piaceva (a me ed al signore sulla quarantina che mi aiutava). Abbiamo, con un po’ di fatica, smontato il pedale presente. Per farlo abbiamo tolto il tappo che protegge la vite (basta un cacciavite, è un tappino di plastica), poi con una chiave apposita  (due cosi a forma di testa di chiave inglese poligonale avvitati su una vite), che si inserisce su una chiave inglese del 16, abbiamo svitato vite e pedale. Poi abbiamo aperto il movimento centrale con un’altra chiave apposita (a forma di semiluna), abbiamo estratto asse e cuscinetti a sfera, facendo attenzione a non perdere le palline (mi raccomando, fate sempre molta attenzione alle palline). Abbiamo controllato che ci fossero tutte, e che l’asse non fosse storto, ed abbiamo pulito il tutto con della benzina (fate molta attenzione alla benzina. non fumateci vicino. non bevetela. non usatela come lubrificante. attenti allo straccetto, sulla bottiglia). Poi abbiamo ingrassato ben bene, e abbiamo rimontato e richiuso come era prima.

Dalla scatola dei pedali ne abbiamo tirato fuori due che si assomigliavano, vagamente, di metallo, che ci piacevano. Li abbiamo rimontati, con lo stesso attrezzo di prima, mettendoci le viti. Purtroppo anche stretti bene ballavano, soprattutto quello destro dove va la catena. Pensiamo che sia perché le viti sono recuperate da altri pedali, e forse sono un po’ corte. Dato che s’era fatto tardi, abbiamo rimesso i tappini di plastica, e abbiamo rimandato la risoluzione del problema più in là.

Morale della storia: non tutte le viti sono adatte per tutti i pedali. La lunghezza, conta.

Come smontare e rimontare una bici

Prendete una bici. Smontatela. Ora sapete smontare una bici.

Rimontatela com’era prima. Ora sapete rimontare una bici.

(un anarco-ciclista)

Ho trovato un altro uomo con un piccione in mano (ricordate?)

Statua di Federico García Lorca

Federico García Lorca ha visto cose che voi umani non potete neanche immaginare.

Tag:, , , , , , ,

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: