DÍA 13 – fermenti lattici vivi

che lottano insieme a noi.

Mi fa ancora un po’ male il pancino, e quindi sto seguendo una rigida alimentazione: pasta in brodo, molta acqua, yogourt. La pasta in brodo è uguale che da noi, hanno perfino gli spaghetti spezzati. Oggi a mensa non ho avuto il coraggio di chiedere se il brodo era di carne o meno, ho fatto finta di nulla e me lo sono mangiato senza rimorsi. Era l’unica cosa vagamente digeribile in giro. Qua certe piccole attenzioni alla salvaguardia del pianeta proprio non ce le hanno.

E poi sto mangiando lo yogurt. Che -sorpresa!- non è come in italia: cremoso, dolce, liscio (per in italia, intendo le maggiori marche commerciali. A tutti i compagni e le compagne che si fanno lo yogurt in casa: ancora uno sforzo! La vittoria finale è vicina!). È granuloso, proprio come dovrebbe essere. Penso sia parecchio anche più vivo di quel che ci rifilano in italia. In compenso, rispetto alla yougurt fatto in casa, non sa di nulla. Non è minimamente acido. Lo zucchero, se uno proprio vuole mettercelo, serve ad dare un po’ di sapore, più che altro. Col miele poi, è sempre buono :D

Lo yogourt al curry: una cosa che farebbe impazzire due persone che conosco, anche se in senso opposto.

Lo yogourt al curry: una cosa che farebbe impazzire due persone che conosco, anche se in senso opposto.

Oggi sono stato a studiacchiare un po’ in biblioteca di Matematica, e sono rimasto affascinato per un po’ vagando per gli scaffali dei libri dei corsi (c’è una sezione separata apposita per i libri “di testo” dei vari corsi). Un po’ curiosavo che libri usavano qua, un po’ è che ho scoperto troppo tardi che la matematica è una droga: inzi per noia, per fare qualcosa di divertente, perché ti far star bene. E poi vai avanti, a tratti, pensando che è solo temporaneo, che poi smetti, che è un periodo, che in fondo in fondo c’è un mondo fuori, reale, fisico, che si può toccare, abbracciare, afferrare e baciare. Poi finisci in dipendenza, e vorresti trasferirti in una biblioteca, tra i compatti, a sfogliare i libri, ordinarli, leggerli e rileggerli. C’è gente che si prostituisce per comprarsi le ultime edizioni della Spinger-Verlang, sapevate?

Insomma, ho passato un po’ di tempo in rota, a sbavare sulle copertine gialle e verdi. Un piccolo appunto: libri di pisani non ne ho visti. Ahi ahi ahi. Andiamo malino col nostro piano di conquista del mondo. Forse dovevamo fare come i fisici, costruire le bombe atomiche invece che i gruppi di Lie. Però decisamente abbiamo le citazioni più divertenti all’inizio dei capitoli dei libri.

Die ganzen Zahlen hat der liebe Gott gemacht,
alles andere ist Menschenwerk.
(Dio ha creato gli interi,
tutto il resto è opera dell’uomo.)
Leopold Kroneeker (1886)

Il che, dal momento che come tutti sappiamo Dio non esiste (e se esiste, non sta dalla nostra parte), dunque gli interi non esistono, il che è la versione più accettata dalla comunità matematica. Tranne che dai post-costruttivisti, che sostengono che gli interi esistono, è solo che sono rosa (pare che andasse di moda il rosa il terzo giorno).

Oh, mi è arrivata nella casella di posta un invito ad una “giornata della carriera” (guardate come tutto sembra più fico in inglese: carrier day) in cui l’università di Bologna ci mostra il futuro radioso post-laurea in matematica. La prima sezione è “Matematica e Pubblica amministrazione”, in cui si scopre, oltre al fatto che il sindaco di Pesaro è un matematico, che si può fare i politici di professione ANCHE se si ha una laurea, e che -addirittura- si può andare a lavorare in un dipartimento di Matematica. Wow, ma che scoperta. Vorrei chiedere quanti posti di lavoro ci sono disponibili attualmente, chissà….

La seconda sezione, è ovviamente, “Mamematica e Finanza”. Ora, eviterò il pippone sulle singole banche in oggetto. Tiro solo fuori a caso cose di cui queste persone dicono di occuparsi nelle banche: “procedure di contabilizzazione connesse al calcolo dei profitti e delle perdite”, “Risk Manager”, “Family Banker”, “Energy Trader”. Volenti o nolenti, saremo noi che portermo l’economia globale al collasso completo (in realtà non lo sapete, ma c’è un complotto neo-primitivista ordito da secoli dai più grandi matematici mondiali. Un certo Galois è stato fatto fuori per questo).

Poi ci sono quelli che fanno il lavoro, serio, ovvero lavorano in “Aziende Private” (le banche non fanno testo dopo tutti i soldi che gli abbiamo regalato). Di queste persone non voglio farmi per niente gioco, così, giusto perché sono finite su un programma. Però dando un occhio alle storie, la più eloquente è l’ultima:

Assunta da IKEA nel 1998 con contratto part time e destinata al servizio clienti, ha ricoperto via via varie posizioni fino a divenire nel 2005 service&payment manager, ruolo nel quale si occupa di strategie di penetrazione del mercato.

Non vorrei offendere l’interessata, ognuno fa le sue scelte nella vita, magari è un lavoro fichissimo, non voglio giudicare, però: se mi state cercando di vendere come sbocco lavorativo dopo una laurea in matematica un lavoro da chainworker, vuol dire che siamo messi male. Piuttosto, una morte in un duello. (Assicurandosi di lasciare due o tre note a margine di qualche libro, metti caso. Sapevate che P!=NP ?)

Tag:, , , , , , , , ,

2 responses to “DÍA 13 – fermenti lattici vivi”

  1. ot says :

    Queste sono le carriere da matematico che dovrebbero pubblicizzare, altro che chainworker:
    http://en.wikipedia.org/wiki/Theodore_Kaczynski

    Cazzate a parte, perché devi per forza essere *sempre* contro *tutto*? :D

  2. palbi says :

    lasciamo perdere gli yogurt che propinano qui nei supermercati. Rimpiangi quelli italiani.
    Buffo che cerchino di far passare lo yogurt al curry per un prodotto indiano mentre e’ chiaramente il parto della consociata alimentare di un keiretsu giapponese

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: