ONDA 0 – Otto Ottobre, le origini.

C’era una volta uno studente universitario. Era alto, basso, magro, femmina, maschio, indeciso, gay, abbronzato, nero, cinese, “di sinistra”, bianco, radicale, iscritto a fisica, a giurisprudenza, a lettere, fuoricorso, normalista, lavoratore, “di destra, però ti spiego…”, cattolico, laico, ateo, agnostico, razionalista, spaventato, incazzato, deciso, residente e fuori sede. Un tipo qualunque, insomma.

L’Otto Ottobre 2008, dopo aver sentito che Tremonti e la Gelmini vogliono privatizzare l’Università con modalità poco chiare, questo studente decide di recarsi all’assembla d’ateneo autoconvocata per vedere un po’ che succede. Questo studente è il primo tassello del domino che nei mesi successivi ha investito l’Italia come un’onda. Quello studente eri tu, ricordi? :)

alcune delle foto sono state prese in prestito dall'album flickr di g.ottaviano e vengono diffuse rispettando la licenza cc http://creativecommons.org/licenses/by-nc-sa/2.0/deed.it - grazie giuseppe : )

alcune delle foto sono state prese in prestito dall'album flickr di g.ottaviano e vengono diffuse rispettando la licenza cc http://creativecommons.org/licenses/by-nc-sa/2.0/deed.it - grazie giuseppe : )

Io l’Otto Ottobre sono andato in piazza perché volevo fare qualcosa. Mi rubavano il futuro ed io volevo fargli pagare il conto. Volevo fare la mia parte. Niente di eclatante, solo il piccolo contributo specializzato di qualcuno che si è rotto le palle. Un po’ come ora, che per rappresaglia sto cercando di andarmene per sempre :|

Alla prima assemblea ho proposto un progetto piccolino: trasmettere in streaming le assemblee e mettere in piedi una web tv. La web tv non si poteva fare perché eravamo senza linea, nel polo occupato, e c’era bisogno di risistemarla. Nel giro di pochi giorni ero a correre in giro a tirare cavi da un tetto all’altro, piazzare antenne ed infilarmi di soppiatto in posti dove non avrei dovuto essere per riuscire a portare la connessione nel polo Carmignani e la mobilitazione verso il mondo esterno. Ovviamente non ho fatto tutto da solo, c’era il Gruppo Tecnico con me, gli eroi sconosciuti della rivoluzione :)

the World Famous Tech Group of Polo Carmignani Occupato, Pisa, Italy.

the World Famous Tech Group of Polo Carmignani Occupato, Pisa, Italy.

Un mese dopo il Carmignani era in diretta a casa di parechi milioni di italiani. Alcuni dei quali chiamavano “casa” qualche università occupata. Noi lo facevamo, almeno :|

Molte delle persone a cui sono affezionato a Pisa le ho conosciute (o conosciute meglio, se preferite) in quel periodo di grande fermento. Ciao ragazzi, vi voglio bene. Lo sapevate? Io e Lucha ci siamo conosciuti proprio in mobilitazione e, per quanto al tempo non ci frequentassimo molto ed avessimo giri un po’ diversi, abbiamo piantato i semi di quello che poi sarebbe stato questo blog. In realtà voi non lo sapete ma c’è un progetto segreto dietro Emigration for Dummies. Potete chiamarlo se volete Il Piano™. Ci sono un po’ di indizi in giro, ed altri arriveranno a breve.

quarto, quinto e sesto potere. stampa, www e superpoteri divini.

quarto, quinto e sesto potere. stampa, www e superpoteri divini.

Pensavo di inaugurare una serie di webcomic sulla mobilitazione studentesca, giusto per vedere se riesco a risvegliare un po’ di animi, però mentre mi sono messo a frugare tra le foto dell’anno scorso sono stato colpito da un attacco pericolosissimo di nostalgia. Vi succede mai? Tipo quando ripensi ad una vecchia relazione e ricordi solo i lati positivi e ti viene un attimo da dire “Eh, come si stava bene” ed invece erano giorni di strazio e sofferenza :)

Ho deciso di aprire una nuova linea di tag sul blog ( ONDA x ) con la speranza che ci sia qualcosa da raccontare sulla mobilitazione quest’anno. Spero che anche lucha e Barbs mi diano una mano e che gli argomenti non manchino, perché un’altra onda in questo momento è quello che ci vuole. Magari un pochino meglio dell’ultima.

Invito i miei collaboratori internazionali a taggare come ONDA tutte le cronache di proteste per il prossimo autunno caldo. Credo che Madrid sarà particolarmente calda: gli spagnoli si sono appena beccati il 3+2 e non sono proprio contenti. Vai lucha, esporta lo stile nostrano. La parte buona, almeno  : )

Ah! Se volete ripercorrere quei giorni epici date un’occhiata al blog della rivolta: l’imitatissimo, invidiatissimo, seguitissimo 133.anche.no

Tag:, , , , , , , , , , , , , , ,

About Nevermore

vedi New York e poi muori

3 responses to “ONDA 0 – Otto Ottobre, le origini.”

  1. ot says :

    figurati :)

  2. lucha says :

    Io ho un sacco di cose che vorrei raccontare sull’Onda, e non so come dove quando. Il perché lo so: perché la memoria è un ingranaggio collettivo, e va oliata. La storia, anzi le storie, vanno raccontate perché esse entrino nell’ingranaggio collettivo della memoria. Il racconto orale è uno dei modi per fare questo questo, ma credo che mettere per iscritto possa essere più efficace.

    Nei momenti di sconforto in cui vedo tutto cupo mi viene da pensare che sarebbe meglio dimenticare tutto, metterci un sacco di sabbia sopra e lasciare che chi c’è e chi verrà non debba curarsi dei problemi ereditati. Però la psicanalisi insegna, non si può rimuovere un ricordo, va accettato. Perciò ringrazio Lu che mi spinge a raccontare.

    Vedrò di fare qualcosa di buono.

  3. fabio says :

    ho imparato tantissimo. una cosa veramente grande.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: