DÍA 4 – Guantanamera

È da quattro giorni che sono a madrid, e non mi sono ancora ubriacato seriamente. Fin dove può spingersi l’anticonformismo.

Stasera sono andato con delle amiche emigrantes italiane (ed una francese, perché l’emigrazione è internazionale) in un bar Jazz (se llama Caffé Jazz Populart, in calle de la Huertas). Suonava questo qui col suo “cuarteto” che però erano in cinque (contando lui)

Il posto non era male, e anche se non c’era il Blues m’è venuto in mente l’Alligatore di Carlotto. Volevo provare a chiedere un calvados, ma primo non so se mi piace, secondo il posto per via del gruppo costava un pochino, e tre c’era un cameriere-buttafuori (questo l’ho dedotto dalla stazza e dall’atteggiamento, magari mi sbaglio) che non sapeva fare benissimo il suo lavoro, e mi ha messo ansia addososo. Il concerto era fico, hanno fatto una bella versione di Guantanamera. Parlando dell’Alligatore, un regalo per chi sa:

(oggi sono stato all’università)

Ho un numero statisticamente elevato di amiche a madrid che sono ammalate. Oltre alle battute sulla febbre suina (o Gripe A come si dice qui), mi spiace non riuscire a passare a fare un po’ di compagnia con tutte le cose nuove che ho da fare. Esiste un numero molto basso di persone a cui si riesce a badare davvero contemporaneamente, e deve essere vicino a e (quella di Eulero).

Mi si accusa di aver squilibrato il blog con un carico di nerdaggine. Spero che non vi offendiate se vi rispondo: fsck you! In realtà è questo ambiente di hackerz che mi influenza (nonché il fatto ben noto che essere nerd fa cuccare di più).

<pre>

oggi mi sento squilibrata
——————
\/
())((()()))(    (((())())(()))
</pre>

(anche le parentesi hanno quei giorni)

Ah, il bar/caffetteria/mensa della facoltà di matematica (dicevo, oggi sono andato all’università) serve la birra. In bottiglia e alla spina. L’acqua del lavandino è gratis, e la servono in brocche. Il caffé costa 65 euro-centesimi. Io segno punti nel Campionato Civiltà.

p.s. Oggi né la Gelmini né Brunetta sono venuti a Pisa. Io non avevo dubbi ;)

Tag:,

One response to “DÍA 4 – Guantanamera”

  1. Nevermore says :

    sono affascinato dalla diversità di stili :D
    non vedo l’ora di avere lo staff al completo. Forza Crì!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: